//Guida Galattica per gli Autostoppisti

Guida Galattica per gli Autostoppisti

0 votes
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Per mantenere alto lo spirito del sito, cioè si parla di tutto, inauguro la sezione libri da patetici nerd con un grande classico. Il libro che Sheldon Cooper sicuramente tiene sul suo comodino Guida Galattica per gli Autostoppisti.

La trama

Il romanzo è un concentrato di ottima fantascienza in chiave comica/demenziale.
Il protagonista è Arthur Dent, un terrestre. Il libro inizia con il nostro amico sdraiato per terra pronto a fermare la demolizione della sua casa per fare spazio a un’autostrada. In 5 pagine ci troviamo nello spazio profondo con la terra demolita per far spazio a un’autostrada intergalattica e il nostro “eroe” unico terrestre maschio a bordo di una nave spaziale rubata, alla ricerca della risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto (da me non saprete mai la risposta).
Gli altri  personaggi principali sono:

  • Ford Prefect: il pazzo scatenato articolista della prestigiosa Guida Galattica per gli Autostoppisti, in missione sulla terra per un articolo.
  • Zaphod Beeblebrox: Presidente del governo galattico, con 2 teste (che ovviamente cozzano tra loro) e tre braccia
  • Trillian: terrestre femmina scappata assieme a Zaphod
  • Marvin: un robot, consapevole di avere una mente sterminata e di essere al servizio degli umani, quindi depresso da fare schifo.

Dov’è la fantascienza vi direte? Il libro è del 1979 , la Guida Galattica per gli Autostoppisti è un ebook e gli articolisti scrivono direttamente sul dispositivo (descritto praticamente come un tablet con comandi vocali) e caricano l’articolo direttamente sul server. vi ricorda qualcosa? Ebbene si Wikipedia, ebook reader, Internet e tablet.

L’autore è Douglas Adams (morto nel 2001) autore fra le altre cose di alcuni episodi della serie televisiva Doctor Who.

La trilogia

Il romanzo fa parte di una trilogia ovviamente in cinque parti (come ogni trilogia che si rispetti)
I romanzi parte della “trilogia” sono:

  • Guida galattica per gli autostoppisti
  • Ristorante al termine dell’universo
  • La vita, l’universo e tutto quanto
  • Addio e grazie per tutto il pesce
  • Praticamente innocuo

Se inizierete la serie non riuscirete più a smettere. Purtroppo lo scrittore è deceduto prima di poterla concludere.

Nel 2009 gli editori hanno convinto lo scrittore Eoin Colfer a concludere la serie, da questa idea malsana è nato il romanzo “E un’altra cosa” che preso da solo non è neanche un brutto libro ma pensato come finale della serie è abbastanza deludente.
Per farvi capire la geniale comicità della serie, per 4 libri non si fa più menzione al fatto che Arthur ha attraversato tutta la galassia in vestaglia, fino a farcelo ricordare al momento che il nostro eroe riesce a farsi una doccia e a cambiarsi d’abito.

La guida

La serie ruota intorno alla Guida Galattica per li gli Autostoppisti. Come scritto precedentemente la guida è un ebook reader evoluto simile alla costosissima enciclopedia galattica ma molto più economico. L’enciclopedia ovviamente vende molto meno anche perché sulla guida a grandi rassicuranti lettere è scritto DON’T PANIC

Film

Dalla serie è stato tratto un film, scritto dallo stesso Adams.

Quale miglior modo di concludere questo articolo se non con il mio Kindle trasformato in una Guida Galattica per gli Autostoppisti?

wpid-wp-1449529835718.jpeg