//Samsung: dopo gli smartphone tocca alle lavatrici

Samsung: dopo gli smartphone tocca alle lavatrici

0 votes
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

This post has already been read 999 times!

Ancora cattive notizie per la società sudcoreana: dopo gli smartphone ora tocca alle lavatrici eseguire gli effetti pirotecnici.

A poca distanza dall’annuncio dello stop della produzione dei Note 7 con batterie difettose che in alcuni casi hanno preso fuoco o sono esplose, ora tocca un elettrodomestico a incrementare i problemi alla società. Dopo oltre 700 denunce sono stati richiamati 34 modelli, circa 2.8 mln di macchine in totale vendute dal 2011 (si tratti di modelli venduti solo sul mercato americano).

Purtroppo samsung non è nuova ai richiami sulle lavatrici, nel 2013 ha ordinato un richiamo di circa 150.000 lavatrici in Australia, temendo che le macchine avrebbero potuto causare incendi.

Samsung sta offrendo ai consumatori tre opzioni per porre rimedio alla situazione:

  • riparazione della macchina, che include il rafforzamento del top difettoso della lavatrice con un anno di estensione della garanzia del produttore
  • uno sconto per l’acquisto di una nuova lavatrice
  • un rimborso completo se hanno acquistato il loro lavatrice negli ultimi 30 giorni l’annuncio di richiamo.

Con questi episodi Samsung rischia di perdere, se in parte già non è successo, la fiducia dei clienti nel suo marchio, ora dovrà affrontare e limitare oltre i danni economici anche quelli d’immagine.