//Tremate LinuxZine.it è tornato
linuxzine

Tremate LinuxZine.it è tornato

0 votes
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

This post has already been read 84 times!

Citazione dalla pagina Chi Siamo di LinuxZine.it

Nell’ormai lontano 2000 tre studenti universitari e mezzo affascinati dal sistema operativo Linux, decisero di condividere le loro scoperte creando uno dei primi portali italiani sul mondo Linux.
I nostri non erano molto esperti quindi imparavano con il pubblico.
Anni dopo, vista la quasi totale mancanza di Community di facile consultazione in lingua italiana, il sito si trasformo quasi completamente in un forum. Il forum ebbe un buon successo e per anni ha fornito supporto a migliaia di appassionati.
I nostri giovani studenti universitari cessano (in tutti i sensi) di essere studenti e iniziano a lavorare, vengono abbandonati da due dei componenti quindi il sito inizia ad arrancare. L’hosting è insoddisfacente ma resiste fino al fattaccio: tutto il server che ospita il sito viene defacciato e i nostri non hanno un backup recente. Tempestivamente la Community viene ricostruita ma perde pezzi importanti, di post in un primo momento (su un forum ben avviato 3/4 giorni equivalgono a un centinaio di post)  e di riflesso di pubblico.

Iniziano i problemi fino a che i nostri, non avendo più le risorse in termini di tempo, mettono in stand-by il progetto. Troppo in stand-by, infatti per pura dimenticanza il dominio non viene rinnovato e iniziano anni di limbo. Il dominio LinuxZine.it diventa:

  • un aggregatore di notizie linux in lingua inglese
  • finisce all’asta per anni
  • un improbabile negozio online di scarpe da ginnastica
  • torna all’asta

Dopo un paio di tentativi falliti i nostri eroi cedono all’asta ricomprandosi il dominio per circa 50 euro (5 volte il costo di un normale .it)

I legittimi proprietari nel frattempo sono cresciuti (invecchiati direi) hanno famiglia e un altro figlio digitale il blog Be Geek My Friend. Per alcuni mesi il dominio è un mero redirect finché non abbiamo deciso cosa farci: abbiamo deciso di portarlo all’antico splendore trasformandolo in un lettore di feed nazionali e internazionali.